Architettura e natura

Lo studio milanese Peter Pichler Architecture ha sviluppato un nuovo concept di architettura per le case sostenibili nella foresta delle Dolomiti. Le case sugli alberi sono un’aggiunta a un hotel già esistente e dovrebbero creare una nuova esperienza per vivere a contatto con la natura.

Architettura progettata dalla natura

La geometria con il suo ripido tetto spiovente è ispirata agli abeti e ai larici circostanti ed è realizzata in legno locale. Il progetto è concepito come un “rallentamento”, una forma di turismo in cui la natura e l’integrazione dell’architettura svolgono un ruolo primario. “Riteniamo che il futuro del turismo si basi sul rapporto tra l’essere umano e la natura. Un’architettura ben integrata e sostenibile può amplificare questa relazione, nient’altro è necessario”.

le unità sono state progettate dall’architetto per comprendere due livelli che vanno dai 35 a 45 m2. Al piano inferiore, c’è una piccola area lettura / salotto, mentre il livello superiore comprende la zona notte e un piccolo bagno. I due piani sono collegati tramite una piccola scala interna. Si immagina che le strutture siano costruite in legno, con l’esterno rivestito in legno annerito, che si fonde con lo sfondo del verde. Internamente, il legno naturale è esposto per formare un ambiente caldo e invitante per gli ospiti. Grandi dimensioni di vetri sono anche utilizzate nel design per offrire viste impressionanti sulle Dolomiti italiane.

 

Puoi vedere di più su pinterest o sul nostro sitoweb!

Se conosci fatti più interessanti su questo argomento, faccelo sapere nella sezione commenti qui sotto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *