L’artista Gésine Hackenberg trasforma scodelle e piatti in bellissimi gioielli. Usando la stoviglie come materia prima, taglia dei piccoli dischi per formare collane, anelli e orecchini. Il lavoro di Hackenberg è un reframing di oggetti ordinari nella prospettiva della gioielleria.

“Venendo dal mondo dell’oreficeria”, dice, “penso di essermi… un pò annoiata lavorando secondo i parametri classici della gioielleria ‘”. Ed è qui che ha iniziato a sperimentare nuovi materiali, sia dal punto di vista concettuale che fisico. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Leave the field below empty!

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!